Governo e sindacati verso l'accordo per la revisione del decreto del 22 marzo

Governo-sindacati verso l’accordo per la revisione dell'elenco delle attività considerate essenziali dal decreto dello scorso 22 marzo. "Molte delle nostre richieste sono state accolte- ha dichiarato il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, al termine delle riunioni tra Cgil, Cisl, Uil e i ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli - l'elenco Ateco è stato modificato; attendiamo ora il testo scritto del relativo decreto ministeriale. Resta un fatto fondamentale, però - ha sottolineato Barbagallo - bisogna applicare il Protocollo per la sicurezza, firmato lo scorso 14 marzo con le Associazioni imprenditoriali e lo stesso Governo, in tutti i luoghi di lavoro, a partire proprio da quelli dove si svolgono le attività essenziali". E’ stato un confronto lungo e serrato che tra incontri intersindacali, contatti telefonici con i singoli ministri e necessarie pause, si è protratto per oltre tredici ore sino a notte fonda.

Governo al lavoro anche per scongiurare l’annunciato sciopero dei benzinai. Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha convocato per il pomeriggio una conference call con i presidenti delle associazioni di categoria dei distributori di carburanti. Le associazioni lamentano problemi alla sicurezza e alla sostenibilità economica del servizio e per questo hanno annunciato che "di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria".

Magazine

  1. Mondo
  2. Italia
  3. Arte e Cultura
  4. Musica
  5. Media e TV
  6. Roma

Video dalla rete

Watch the video

parlamento europeo