Vaccino AstraZeneca: chiesta l'autorizzazione all'EMA. In arrivo a Roma le prime dosi di Moderna

AstraZeneca e l'Università di Oxford hanno presentato un'offerta formale all'EMA, l'ente europeo per i medicinali, per l'autorizzazione del loro vaccino anti-covid. Una decisione, fa sapere l'EMA, potrebbe arrivare entro il 29 gennaio.”Una volta che il vaccino avrà ricevuto un parere scientifico positivo, lavoreremo a tutta velocità per autorizzare l'uso in Europa". Così la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, su twitter.

In Italia arrivate intanto le prime dosi del vaccino Moderna. Poco dopo le 2 di notte, è arrivato al Brennero il furgone partito dal Belgio con destinazione Roma. Lo stock sarà portato all'Istituto Superiore di Sanità (Iss), per poi essere distribuito in 4-5 Regioni individuate dal commissariato all'emergenza di Domenico Arcuri. Il lotto potrebbe essere ripartito tra le Regioni cosiddette virtuose, ovvero che smaltiscono più rapidamente le dosi.

La società biotecnologica tedesca BioNTech, associata al colosso Usa Pfizer, ha intanto stimato di poter produrre due miliardi di dosi del suo vaccino anti-Covid entro la fine dell'anno. Una previsione che fa seguito alla recente decisione dell'EMA di autorizzare la somministrazione di sei dosi per flaconcino di questo prodotto invece di cinque.