Radio Città Futura

Ultimaora
A+ A A-

The Pink Floyd Exhibition. A Roma

floydA 50 anni dalla nascita, Roma celebra con una mostra i Pink Floyd, leggenda immortale del rock. “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains”, AL MACRO di via Nizza, sino al 19 luglio,propone un viaggio audiovisivo nei 50 anni di carriera del gruppo rock e offre una visione inedita ed esclusiva del mondo dei Pink Floyd. Esposti in mostra oltre 350 oggetti, che rappresentano i diversi momenti della storia della band, a partire dalla ricostruzione del furgone Bedford che usavano per i tour a metà degli anni Sessanta. Il percorso espositivo segue un ordine rigorosamente cronologico. Il tutto accompagnato dalla musica e dalle voci dei membri passati e presenti dei Pink Floyd: Syd Barrett,  Waters e Mason, il compianto tastierista Richard Wright e David Gilmour.

A Roma per presentare la mostra, sono giunti Roger Waters, bassista, paroliere e “ideologo” della band ed il batterista Nick Mason. Il primo ha visto la mostra per la prima volta nella Capitale, non lontano da quella Anzio alla quale è fortemente legato per motivi personali. E’ lì infatti che perse la vita il padre nel corso della seconda guerra mondiale. E Roger Waters tornerà presto in Italia, protagonista di attesissimi concerti al Forum di Assago e all’Unipol Arena di Casalecchio ad aprile e poi a Lucca e al Circo Massimo di Roma a luglio.

The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains 

Roma, Macro, dal 19 gennaio all’1 luglio 2018
A cura di Aubrey "Po" Powell e Paula Webb Stainton
Ingresso: intero 18 euro; ridotto 16 euro
www.pinkfloydexhibition.com

 

Visite: 43

Il Festival di danza spagnola e flamenco è a Roma

campalloBallerini e coreografi provenienti da ogni angolo della penisola iberica, sono fino al 16 gennaio a Roma (all’Auditorium Parco della Musica), per il biennale appuntamento con il Festival di danza spagnola e flamenco con la direzione artistica di Roger Salas e la consulenza di David Lopez.
E' l’occasione per apprezzare i cambiamenti che attraversano la danza spagnola e il balletto flamenco. Il programma degli spettacoli, oltre a prodotti di impronta tradizionale, sia nell’ambito della musica che del ballo, propone eventi decisamente all’avanguardia, nel tentativo dichiarato degli organizzatori “di innovare il grande patrimonio storico in cui brillavano Pilar López, Mariemma, il grande Antonio Ruiz Soler, Manuela Vargas e Antonio Gades, tutte figure amate e applaudite dal pubblico italiano”.Gli attuali artisti spagnoli, dal sivigliano Rafael Campallo (nella foto), a Patricia Guerriero,da Manuel Liñán ad Alfonso Aroca, sono gli eredi diretti di quella storia.
In programma anche la mostra “De pies y manos”, allestita per tutto il periodo del Festival nel Foyer della sala Petrassi. L'esposizione sarà l’occasione per i visitatori di assumere il punto di vista del fotografo Jesús Castañar, “che riesce con i scuoi scatti a restituire alla danza spagnola la sua identità estetica concreta”.

Visite: 115

Il Sironi svelato (audio)

SironiPer lunghi decenni è rimasta occultata dietro spessi strati di colore volti a celare i simboli del regime fascista. Ora dopo un accurato intervento di restauro, il grande murale di Mario Sironi, dal titolo “L'Italia tra le Arti e le Scienze” (1935), torna allo splendore di un tempo e può essere visitato fino al 21 gennaio nell’Aula Magna dell’università romana “La Sapienza”, nella quale è stato allestito anche un museo storico. I lavori di recupero del murale di Sironi sono durati due anni per porre rimedio all’intervento di “censura” deciso dal rettorato dell’università nel 1950. L’arte – ha commentato la direttrice dei lavori di restauro, Eliana Billi durante la cerimonia d’inaugurazione dell’opera restaurata- non dovrebbe mai essere censurata perché rispecchia il periodo storico a cui riferisce”.

Visite: 33

Roma Citta' Futura s.c.p.a. Via Angelo Bargoni, 78 - 00153 Roma - P.Iva. 06748021000