Radio Città Futura

Ultimaora
A+ A A-

Picasso. Tra Cubismo e Classicismo

picassoFebbraio 1917: l'Europa è dilaniata dalla Grande Guerra. Pablo Picasso è in Italia. Ha 36 anni, è già un grande pittore, ma è la prima volta che visita il Belpaese, convinto a farlo dal suo amico Jean Cocteau. Scendono a Roma per incontrare Sergej Djagilev, potente impresario dell’epoca impegnato nella produzione dei Ballets Russes. A Picasso il compito di realizzare costumi e scene. Un viaggio durato due mesi , durante i quali Picasso entrò in contatto con i tesori archeologici di Roma, Napoli e ed incontrò colei che da lì ad un anno sarebbe diventata sua moglie: la danzatrice dei Ballets Russes Olga Khokhlova. A 100 anni di distanza, le Scuderie del Quirinale rievocano quel soggiorno con la mostra “Picasso. Tra Cubismo e Classicismo 1915-1925”, cento capolavori dell’artista esposti e scelti dal curatore Olivier Berggruen, in collaborazione con Anunciata von Liechtenstein ottenuti con prestiti di musei e collezioni eccellenti provenienti da Parigi, Londra, Berlino, Barcellona e New York. Al secondo piano delle Scuderie, insieme a lavori su carta non meno preziosi dei dipinti delle prime sale, esposti inoltre preziosi documenti, spesso inediti.

A pochi passi, in Palazzo Barberini, il monumentale sipario di Parade, da lui ideato a Roma e concluso a Parigi con l’aiuto di altri artisti, torna per la prima volta d’allora a Roma. 

Picasso. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925

Roma, Scuderie del Quirinale e Palazzo Barberini, 22 settembre 2017-21 gennaio 2018

ORARIO MOSTRA

Da domenica a giovedì dalle 10.00 alle 20.00
Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30

BIGLIETTI

Intero € 15,00; Ridotto € 13,00; gratuito fino ai 18 anni

(Tutti i biglietti includono l’audioguida in italiano, inglese e francese)

 

Roma Citta' Futura s.c.p.a. Via Angelo Bargoni, 78 - 00153 Roma - P.Iva. 06748021000