Radio Città Futura

Ultimaora
A+ A A-

23/24 marzo: le giornate di Primavera del FAI

faiDal 1993, ogni anno, il primo weekend di primavera i volontari del FAI, il Fondo Ambiente Italiano, organizzano una manifestazione dedicata alla riscoperta del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese. Una grande festa dei Beni Culturali aperta a tutti, che quest’anno si rinnova il 23 e 24 marzo, con 430 luoghi che saranno eccezionalmente aperti per ammirare oltre mille meraviglie dell’arte (affreschi, giardini, castelli, chiostri), normalmente non visibili.
L’attesa per questa edizione è di un milione di visitatori a cui il FAI proporrà una lettura particolare del nostro paesaggio culturale, per spingere il visitatore “a guardare con occhi attenti alle radici di questa ricchezza”. Radici che a volte sono lontane dai nostri territori. Ecco così che in tutta Italia un centinaio di volontari di origine straniera racconteranno gli aspetti storici, artistici e architettonici della loro cultura di provenienza che, a contatto con la nostra, hanno contribuito a costruire il mix dell’arte italiana. In Piemonte il pavimento del Castello di Masino, che viene da Palmira, sarà raccontato da un siriano. A Villa Panza (Varese) la storia delle maschere tribali sarà spiegata da un sudanese e da un guineano. A Roma i visitatori verranno accompagnati davanti agli affreschi di Palazzo Firenze da un’indiana e da un africano. Tra le meraviglie aperte alla visita a Roma, anche il settecentesco Palazzo della Consulta, sede della Corte Costituzionale e Palazzo della Rovere, costruito tra il 1475 e il 1490 (oggi sede dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme), con il Soffitto dei Semidei, capolavoro del Pinturicchio.

Le Giornate di Primavera del Fai possono essere sostenute inviando un sms al 45584 per donare 2, 5 o 10 euro.

SCOPRI DI PIU'

Roma Citta' Futura s.c.p.a. Via Angelo Bargoni, 78 - 00153 Roma - P.Iva. 06748021000