Radio Città Futura

Ultimaora
A+ A A-

Roma: l’11 febbraio è una Domenica ecologica

ecoloSensibilizzare i romani sul tema della qualità dell’aria e per un uso responsabile delle fonti energetiche. E’ l’obiettivo con il quale l’amministrazione capitolina promuove le “Domeniche ecologiche”, che tornano l’11 febbraio. Disposto il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico all’interno della "Fascia Verde". La limitazione è estesa anche agli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6. Ecco gli orari di blocco previsti dall’ordinanza comunale: dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00. L’ordinanza autorizza la circolazione degli autoveicoli privati, dotati di apposito pass, che trasporteranno i pazienti e le loro famiglie per la partecipazione agli eventi organizzati in occasione della Giornata Nazionale del Malato.

Visite: 60

Gentiloni sostiene i Ragazzi del Cinema America (audio)

ragazzi"Spero che la rassegna prosegua". A sostegno  dei ragazzi del Cinema America impegnati a difendere la loro rassegna cinematografica estiva a Piazza San Cosimato, nel cuore di Trastevere, è sceso in campo anche Paolo Gentiloni. Il premier, candidato alle prossime elezioni proprio nel collegio del centro di Roma ha inviato un messaggio audio di sostegno al presidente dell'associazione "Piccolo America", Valerio carocci. Sulla rassegna è in atto un braccio di ferro tra i ragazzi dell'associazione ed il Comune di Roma che intende mettere a bando l'organizzazione dell'evento ideato e gestitio dall'associazione. Al loro fianco è sceso un vasto arco di forze, a cominciare dai nomi più importanti del cinema italiano: Toni Servillo, Paolo Sorrentino, Carlo Verdone, Francesca Archibugi, Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci…

I ragazzi si sentono defraudati dall'iniziativa dell'amministrazione Raggi, che nei propositi del vicesindaco Luca Bergamo prevede tra le altre cose, la riduzione delle giornate dell'evento. E la reazione è stata dura: "Non parteciperemo al bando perché il taglio delle giornate non ha alcun senso e non concede sostenibilità economica all'evento che comunque dovrebbe pagare allestimenti e sicurezza anche per quelle serate di non attività. Non abbiamo mai chiesto nulla alla sindaca Virginia Raggi, le chiediamo solo di lasciarci fare ciò che facevamo: colorare la nostra città di cinema". A questo invito si associano i tanti cineasti firmatari dell’appello: “Lasciar intendere che l’iniziativa, fino ad ora, sia stata svolta al di fuori della legalità è un’inaccettabile mancanza di rispetto nei confronti dell’impegno di decine di ragazzi e ragazze, oltre che un’offesa per migliaia di persone ed ospiti, che come noi, hanno partecipato all’arena”.

Il tema è anche oggetto di scontro politico: da una parte il Movimento 5 Stelle, che con la presidente della commissione comunale Cultura Eleonora Guadagno afferma: “con il bando c'è un allargamento delle possibilità, vogliamo ampliare l'offerta non diminuirla”. Dal fronte delle istituzioni interessate a guida PD, Municipio I di Roma e Regione Lazio, arrivano le repliche di Sabrina Alfonsi e Nicola Zingaretti. Per la mini-sindaca, "Piazza San Cosimato, storicamente, non è mai stata ritenuta da nessuno un luogo appetibile per la cultura, tanto da non essere mai entrata nelle iniziative dell'estate romana. I ragazzi dell'America hanno valorizzato questo luogo con un progetto unico nella città”. Per Zingaretti, "portare il cinema in piazza è stata in questi anni la forma più alta di riqualificazione urbana”.

La mobilitazione continua: il prossimo appuntamento sarà un incontro pubblico che si terrà lunedì 12 febbraio alle ore 13 al We Gil di Trastevere.

Le parole di Paolo Gentiloni

 

Visite: 147

Atac: a giugno il referendum per la messa a gara

 quesitoIn 33mila hanno firmato ed ora potranno vedere il risultato del loro impegno: il 3 giugno prossimo a Roma si voterà per il referendum consultivo promossi dal Comitato "Mobilitiamo Roma" per la messa a gara del servizio di trasporto pubblico della Capitale a decorrere dal 3 dicembre 2019 (nell'immagine il quesito). La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato il 30 gennaio l'ordinanza per indire i referendum. I Radicali Italiani, promotori del referendum, polemizzano per la data scelta: “avevamo chiesto di accorpare la consultazione cittadina con l'Election Day del 4 marzo, ma si è scelto il 3 giugno. In questo modo si penalizza la partecipazione, che nel periodo estivo è notoriamente inferiore, e si buttano tra i 10 e i 15 milioni di euro di fondi pubblici, che potevano essere risparmiati fissando anche il referendum il 4 marzo”.

L'Atac, l’azienda di trasporto pubblico di Roma, si è vista intanto bocciare dal Tar del Lazio un ricorso contro la maxi-sanzione da 3,6 milioni di euro inflittale dall'Antitrust nel luglio 2017 per una pratica commerciale, ritenuta scorretta, su corse cancellate e mancata informazione ai consumatori. Ora la municipalizzata sta valutando il ricorso al Consiglio di Stato.

mobilitiamoroma.it

Visite: 75

Roma Citta' Futura s.c.p.a. Via Angelo Bargoni, 78 - 00153 Roma - P.Iva. 06748021000