Radio Città Futura

Ultimaora
A+ A A-

Il sogno di Max Bruno. A teatro

il sogno "Quello che voglio da questo Sogno è tirare fuori la dimensione inconscia che Shakespeare suggeriva neanche troppo velatamente. E così il nostro bosco sarà foresta, Patria randagia di zingari circensi e ambivalenti creature giocherellone…” . E’ Massimiliano Bruno che parla, raccontando i propositi con i quali si accinge ad affrontare a teatro nella veste di regista, “Sogno di una notte di mezza estate”, commedia scritta da William Shakespeare, intorno al 1595, la più famosa tra le opere di argomento comico del drammaturgo. Lo spettacolo sarà in scena dal 9 ad 28 gennaio al Teatro Eliseo di Roma. A curare l’originale adattamento è lo stesso Bruno affiancato da Francesco Bellomo. Con loro un cast di celebri e brillanti attori: Stefano Fresi, Giorgio Casotti, Violante Placido e Paolo Ruffini.

Orari:
Mar - Gio - Ven - Sab: 20:00
Mer - Dom: 17:00
Primo sabato: 16:00 e 20:00

Biglietti da 20 Euro

Visite: 84

Saved: in scena la desolazione delle periferie (audio)

saved 2x2Sino al 10 dicembre al Teatro Vascello di Roma va in scena in prima assoluta “Saved” di Edward Bond, per la regia di Gianluca Merolli.
Scritta nel 1965, la storia è ambientata nella periferia londinese di quegli anni, ma ha la capacità di raccontare l’emarginazione, la desolazione e la violenza che percorre ancora oggi le periferie delle grandi metropoli. Il testo prende le mosse da un delitto efferato - un neonato lapidato in carrozzina per mano del padre e dei suoi amici – e racconta le vicende di luoghi dove non ci sono buoni o cattivi, ma uomini e donne che hanno smarrito l'innocenza e che conoscono un solo mezzo pee farsi strada: la crudeltà.
“Non è un testo psicologico, in cui rintracciare i processi mentali che portano al delitto efferato- ci ha detto il regista - tanto meno un testo morale, in cui ricercare le ragioni del singolo in relazione alla comunità. E' una tragedia le cui domande hanno una matrice fortemente politica”.

Ecco l'intervista a  Gianluca Merolli...

 

 

Note di regia, locandine e immagini 

Scopri di più sull'autore, Edward Bond

Visite: 221

Il penitente. A teatro

penit okLunetta Savino e Luca Barbareschi, con Massimo Rale e Duccio Camerini, saranno in scena dal 7 al 26 novembre al Teatro Eliseo con “Il Penitente”, l’ultimo testo composto nel 2016 per il teatro dal drammaturgo statunitense David Mamet. E’ una tragedia moderna, che propone un dilemma morale ed il tema del ruolo dei media in vicende giudiziarie.

"Ho scelto questo lavoro di Mamet – spiega Luca Barbareschi che dello spettacolo cura anche la regia – perché è una lucida analisi del rapporto alterato tra comunicazione, spiritualità e giustizia nella società contemporanea. "Il penitente" - dice ancora - è la vittima dell’inquisizione operata dai media. È ciò che accade all’individuo quando viene attaccato dalla società nella quale vive ed opera, quando la giustizia crea discriminazione per avvalorare una tesi utilizzando a questo fine l’appartenenza religiosa".

Lo spettacolo prima di approdare all’Eliseo, verrà proposto , dal 3 al 5 novembre sul palcoscenico del teatro di Tor Bella Monaca.

Visite: 764

Roma Citta' Futura s.c.p.a. Via Angelo Bargoni, 78 - 00153 Roma - P.Iva. 06748021000