Umbria Jazz 2019: dal 12 al 21 luglio

 Duecentottanta eventi, per la maggior parte gratuiti; dodici diverse location, una novantina di band in cartellone con centinaia di musicisti. Sono i numeri dell’edizione 2019 di Umbria Jazz, in programma a Perugia e in altre località della regione dal 12 al 21 luglio.
La rassegna sarà preceduta però da due anteprime l’11 luglio: alle 18 in Piazza Bellini a Ponte San Giovanni abbinamento tra musica e gastronomia con la band di Michael Supnick e dalle 21 a Perugia in Piazza IV Novembre con Wee Willie Walker & The Anthony Paule Soul Orchestra e Con Brio.
Supnick è originario del Massachusetts, ma ormai a tutti gli effetti italiano: dal 1986 vive infatti in Italia dove si è accreditato come uno dei più autorevoli interpreti del jazz delle origini, dal Dixieland allo Swing. Per l’appuntamento delle 21 c'è Con Brio, band di San Francisco, che è diventata, soprattutto con i suoi eventi live, una specie di istituzione musicale della Bay Area e a seguire il bluesman del Mississippi e la band di Paule insieme per un grande live di Black Music.
Poi il 12 il via al programma “ufficiale” con tanti protagonisti della scena nazionale ed internazionale. I primi “botti sin da subito: il 12 alle ore 21, all’Arena Santa Giuliana Robben Ford e poi Alex Britti & Max Gazzè iIn missione per conto di Dio. Un felice connubio nato nel 2017 che si rinnova al quale si aggiunge per l’occasione il batterista francese Manu Katche che nel suo curriculum vanta lunghe collaborazioni con Peter Gabriel, Sting, Pink Floyd, il nostro Stefano Bollani.; il 13 al teatro Morlacchi Gino Paoli con Danilo Rea , Rita Marcotulli, Ares Tavolazzi, Alfredo Golino e l’Orchestra da Camera di Perugia

Il Programma completo