Radio Città Futura

Ultimaora
A+ A A-

Roma, Municipio VIII: si vota a giugno

Municipio VIII 6Il 4 marzo sarà nel Lazio “Election Day” con il voto per il rinnovo del parlamento nazionale e per l’elezione del Presidente della regione, ma non si voterà per eleggere il presidente e il consiglio del Municipio VIII di Roma(Garbatella), commissariato da 5 mesi dopo le le dimissioni del presidente Paolo Pace eletto nelle fila del M5S e poi dimessosi dopo essere entrato in rotta di collisione con il movimento di Grillo. Qui si andrà a votare tra il 15 aprile e il 15 giugno. La decisione, assunta dall’amministrazione capitolina, è giudicata negativamente dall’opposizione PD. Il vicesegretario regionale Enzo Foschi, ha parlato di spreco dei soldi dei romani: “ Il comune – ha detto- avrebbe potuto chiedere a rigor di logica e di risparmio (come ha fatto Zingaretti) l’accorpamento alle elezioni a politiche. La Raggi non lo ha fatto”.

Aria di crisi intanto si respira anche in altri Municipi della Capitale.
Nel III (Montesacro), la presidente Roberta Capoccioni è appesa a una sfiducia imminente dopo la fuga di 4 consiglieri e la perdita pure della presidenza dell’aula, andata a Fratelli d’Italia. La presidente è una fedelissima di Roberta Lombardi, la candidata 5 Stelle per la presidenza della regione ed in questa crisi riemergono gli antichi contrasti tra i sostenitori della Lombardi da un lato e della sindaca Raggi dall’altro.Situazione complicata anche nel Municipio XII (Monteverde –Bravetta- Massimina), dove la presidente Silvia Crescimanno ha dovuto prendere atto nel tempo di diversi cambi di casacca che minano la stabilità della sua giunta. Ma la lista è ancora più lunga, con problemi che attraversano anche l’XI, il XIII ed il XIV municipio.

Visite: 33

Roma: si avvicina la banda ultra-larga

bandaUn milione e 200 mila unità immobiliari coperte dalla banda ultra-larga entro i prossimi 5 anni, per un investimento 375 milioni di euro. Sono gli obiettivi e gli impegni che hanno assunto per la Capitale Acea e Open Fiber, che hanno siglato un accordo, che segue il memorandum sottoscritto ad agosto scorso dalle due società, con l’obiettivo di realizzare a Roma un’infrastruttura in fibra ottica di ultima generazione. Open Fiber si farà carico del grosso degli investimenti (350 milioni) facilitata nella posa della fibra ottica, dalla disponibilità delle infrastrutture della utility capitolina. Saranno utilizzate le reti esistenti, ma ne saranno realizzate anche di nuove. I cantieri partiranno in primavera e procederanno gradualmente da Roma sud (dalla Laurentina all'Eur), passando poi al centro storico per concludersi infine nel resto della città.Per i romani raggiunti dalla banda ultra-larga, la velocità di connessione sarà pari a 1 gigabit al secondo, che rivoluzionerà la capacità digitale non solo delle utenze domestiche ma anche delle aziende e della pubblica amministrazione.

Visite: 306

Roma, sciopero trasporti: venerdì di passione

sciopero 640x342Il primo venerdì nero dei trasporti del 2018 sta per essere servito. Venerdì 12 gennaio si consumerà nella capitale uno sciopero già proclamato per lo scorso anno e poi differito. Ad incrociare le braccia saranno i lavoratori di Atac e Roma Tpl aderenti alle organizzazioni sindacali Orsa, Faisa Confail, Usb e Fast Confsal. Ci sarà tempo per valutare l’effettiva adesione, ma è certo il risultato: una giornata di caos.

Lo sciopero si svolgerà dalle 8,30 alle 17 e poi dalle 20 a fine servizio diurno. A rischio stop, bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo e le linee periferiche gestite da Roma Tpl. Nelle stazioni delle linee metro-ferroviarie che, eventualmente, resteranno aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, montascale, ascensori, così come non sarà garantito il servizio delle biglietterie Atac.

Visite: 101

Roma Citta' Futura s.c.p.a. Via Angelo Bargoni, 78 - 00153 Roma - P.Iva. 06748021000